Pigato: disciplinare DOC Riviera Ligure di Ponente

pigato riviera ligure di ponente

pigato riviera ligure di ponente

 

LA DOC “RIVIERA LIGURE DI PONENTE”

La Denominazione di Origine Controllata “Riviera Ligure di Ponente” è riservata ai vini da vitigni Vermentino, Pigato, Rossese, Granaccia e Moscato, in diverse tipologie, coltivati nelle province di Imperia e Savona. A questa vasta porzione di territorio si uniscono i comuni di Arenzano e Cogoleto in provincia di Genova. Il disciplinare è stato rivisto ed ampliato recentemente, nel 2011. Sono entrati a farne parte i vini da Granaccia e Moscato, vitigni storici del Ponente ligure ma che solo recentemente sono stati recuperati e valorizzati.

Abbiamo già parlato del Vermentino, se ti interessa clicca qui.

 

PIGATO: IL DISCIPLINARE

Il Pigato è oggi previsto anche nelle tipologie Superiore e Passito. Per tutte le tipologie la percentuale di uva pigato deve essere di minimo il 95%, il restante 5% può essere composto da uve di vitigni a bacca bianca non aromatici, idonei alla coltivazione per la Regione Liguria.

I vigneti devono trovarsi in terreni idonei alla produzione di vini a denominazione. La densità dei ceppi per i nuovi impianti non deve essere inferiore a 4500 in coltura specializzata, a 3000 per le sistemazioni a terrazzamento acclive. E’ consentita l’irrigazione di soccorso.

 

PIGATO RIVIERA LIGURE DI PONENTE

  • Produzione massima di uva per ettaro:  11 t/ha
  • Titolo alcol. vol. naturale minimo: 10.5 %vol
  • Resa massima dell’uva in vino: 70%

Caratteristiche al consumo:

  • colore: giallo paglierino più o meno intenso
  • odore: intenso, caratteristico, leggermente aromatico
  • sapore: asciutto, pieno, lievemente amarognolo, mandorlato
  • titolo alcol.vol. minimo: 11,0 %vol
  • acidità totale minima: 4,5 g/l
  • estratto non riduttore minimo: 15,0 g/l

 PIGATO SUPERIORE RIVIERA LIGURE DI PONENTE

  • Produzione massima di uva per ettaro:  9 t/ha
  • Titolo alcol. vol. naturale minimo: 13 %vol
  • Resa massima dell’uva in vino: 70 %

Caratteristiche al consumo:

  • colore: giallo paglierino più o meno intenso
  • odore: intenso, caratteristico, leggermente aromatico
  • sapore: asciutto, pieno, lievemente amarognolo, mandorlato
  • titolo alcol.vol. minimo: 13,0 %vol
  • acidità totale minima: 5,0 g/l
  • estratto non riduttore minimo: 19,0 g/l

E’ consentito l’affinamento in botte di legno. L’immissione al consumo non può essere effettuata prima del 1° novembre dell’anno successivo alla vendemmia.

 

PIGATO PASSITO RIVIERA LIGURE DI PONENTE

  • Produzione massima di uva per ettaro:  9 t/ha
  • Titolo alcol. vol. naturale minimo dopo l’appassimento: 16,5 %vol
  • Resa massima dell’uva in vino: 50 %

Caratteristiche al consumo:

  • colore: da giallo paglierino a giallo intenso
  • odore: ampio, intenso, persistente
  • sapore: dolce, caldo, pieno, persistente con eventuali sentori mandorlati
  • titolo alcol.vol. minimo: 16,5 %vol di cui 12,5 %vol effettivi
  • acidità totale minima: 4,5 g/l
  • estratto non riduttore minimo: 22,0 g/l

L’appassimento deve essere naturale, sulla pianta o su graticci in locali idonei, con esclusione dell’aria riscaldata artificialmente. Le uve, a fine appassimento, devono presentare un tenore zuccherino minimo di 260 g/l.

E’ consentito l’affinamento in botte di legno. L’immissione al consumo  può essere effettuata dopo un periodo di invecchiamento di almeno 12 mesi, a partire dal 1° novembre dell’anno successivo alla vendemmia.

Podere Grecale
Podere Grecale
Share
This

Post a comment